Gli allenatori di Pokémon GO combattono in Giappone: la polizia deve intervenire

Un altro attacco fisico relativo a Pokémon GO è avvenuto nella prefettura giapponese di Hokkaido. È la seconda volta che la polizia di Hokkaido risolve questo mese.

Questo è riportato: La polizia ha arrestato un 35enne per aver aggredito un giocatore di Pokémon GO. Lo stesso autore ha anche giocato a Pokémon GO ed era arrabbiato per il suo compagno di squadra. Avrebbe parcheggiato male, così lei lo affrontò. Si dice che abbia preso a calci l’auto del conducente.

Secondo i media, il malfattore se ne è andato ed è scoppiata una rissa. L’autore del reato ha colpito due volte in faccia il malfattore prima che la polizia potesse intervenire.

Un altro combattimento legato a Pokémon GO

L’autore ha dichiarato: Dopo essere stato arrestato, l’autore annuncia di aver camminato e catturato dei Pokémon. Poi ha visto il malfattore e si è arrabbiato perché qualcuno avrebbe parcheggiato così male solo per Pokémon GO.

Cosa è successo ad agosto: Noi di DLPrivateServer abbiamo segnalato un caso simile a metà agosto. C’è stato anche un arresto a Hokkaido. Un allenatore è sconvolto dal fatto che il suo compagno di squadra gli abbia rubato un’arena in Pokémon GO. Poi lo ha aggredito fisicamente ed è stato arrestato dalla polizia.

Questo potrebbe essere dietro il caso ora: In Pokémon GO, ci sono spesso disaccordi su come giocare. Alcuni allenatori giocano solo a piedi. Dopotutto, il gioco si chiama Pokémon GO e non Pokémon Drive.

Ad altri allenatori, invece, a volte piace giocare fuori dall’auto. Ovviamente, questo rende più facile raggiungere diverse arene o raid in pochissimo tempo.

Leggi  Pokémon GO: il Team Rocket ora usa nuovi Pokémon, quale bullo ne vale la pena?

Potrebbe essere successo allo stesso modo qui. Dopotutto, l’aggressore era un pedone e la vittima un autista. La dichiarazione dell’autore si adatterebbe.

Pokémon GO dall’auto: uno dei giocatori di maggior successo al mondo, Brandon Tan, gioca spesso a Pokémon GO in macchina.

Cosa è successo nel 2019: I due casi di quel mese non sono stati gli unici crimini relativi a Pokémon GO che abbiamo trattato. Ci sono sempre casi legati al gioco degli smartphone.

Nel maggio 2019, un giocatore è stato arrestato in Giappone per aver aggredito un agente di polizia. Questo avrebbe dovuto impedirgli di prendere, cosa che all’allenatore non piaceva.

Torna su