5 cose indietro 4 Il sangue deve essere risolto prima del rilascio

La beta di Back 4 Blood è terminata. Ma c’è un urgente bisogno di rielaborare fino al lancio: 5 aspetti devono ancora essere migliorati.

La beta aperta di Back 4 Blood sta volgendo al termine e chiunque volesse dare un’occhiata allo sparatutto cooperativo di zombi ha avuto l’opportunità di farlo. Ma la beta ha anche rivelato che non tutto è perfetto per il lancio di ottobre. Sono ancora necessari numerosi miglioramenti e aggiustamenti per rendere Back 4 Blood un successo. Ecco le 5 cose che Back 4 Blood dovrebbe migliorare o chiarire prima del lancio.

1. Migliore IA per i robot

Certo, Back 4 Blood è più divertente quando giochi con 3 amici in un gruppo normale. Ma ciò non è sempre possibile. Ogni tanto un altro giocatore scompare dal gioco in corso, dopo tutto una singola campagna può richiedere diverse ore per essere completata.

In questo caso, un bot “aiuta” e prende il posto del sopravvissuto.

Tuttavia, funziona più male che bene. Le abilità dei bot in Back 4 Blood oscillano tra “dei delle abilità assolute che sparano a tutti gli zombi” e “sacchi di carne da morte cerebrale”, che a loro volta ricordano gli zombi.

Ai robot piace rimanere nella velenosa lingua di zombi, non curarsi nella stanza sicura anche se potrebbero rigenerare oltre 50 salute per 100 rame, o fare strane deviazioni per salvare altri giocatori che giacciono nel terreno.

Ai robot piace sparare attraverso i muri, o niente del tutto.

Leggi  Il test chiuso di Crowfall è in realtà una beta aperta, quindi stai ancora partecipando

In altri casi, rovinano la tensione del gioco perché possono già vedere zombie speciali attraverso i muri e amano sparare un’intera rivista contro il muro di una casa innocua, dietro la quale si nasconde un ragazzo alto o uno sgabello.

In ogni caso, la qualità del KI-Cleaner può essere notevolmente migliorata e necessita ancora di molti aggiustamenti. Altrimenti, continueranno a causare molta frustrazione in futuro e preferirebbero finire diversi round direttamente invece di continuare a giocare con un bot.

2. Migliore equilibrio dei livelli di difficoltà

Back 4 Blood offre 3 livelli di difficoltà al lancio, che differiscono notevolmente nelle loro esigenze. Mentre “Veteran” offre una sfida davvero solida che richiede già un buon tempismo, “Nightmare” è solo per veri masochisti che vogliono procedere in modo sistematico e tattico e darsi abbastanza tempo per ogni piccola azione.

Il livello di difficoltà più semplice, “Survivor”, d’altra parte, è uno scherzo malato. A questo livello, il gioco è così semplice che in pratica non devi fare altro che tenere premuto il tasto sinistro del mouse. La gioia non arriva e anche se lo scoppio delle teste di zombi porta naturalmente qualche soddisfazione di base, non è abbastanza per essere davvero divertente.

Un migliore equilibrio tra i livelli di difficoltà o qualche livello in più potrebbe migliorare il divertimento del gioco per tutti nel lungo periodo.

3. Messa a punto del “Direttore AI”.

Anche se il “Direttore AI” con le sue carte corruzione, che sono più o meno “correzioni” per l’esecuzione, ha già molte opzioni interessanti per rendere l’esecuzione più difficile o più facile, c’è ancora un piccolo aggiustamento da fare qui. .

Leggi  Red Dead Online: Guida per principianti per i nuovi giocatori - Suggerimenti, controlli, cavalli, denaro, possedimenti, caccia, combattimenti, risse e altro

Nella beta, spesso non sembrava che il direttore dell’IA stesse reagendo in modo dinamico.

Quindi capitava spesso che l’intera squadra venisse spazzata via nel corso di una missione e dovesse rigiocare la mappa con un “Continua”. Perché il direttore dell’IA abbia ritenuto sensato implementare ancora meno bottino e meno “bonus room”, ma aumentare il numero di zombi Snitcher, è semplicemente discutibile, perché la seconda e la terza run sono fallite troppo.

La messa a punto del direttore dell’IA potrebbe chiaramente aiutare qui, per mantenere le gare acute e impegnative senza sentirsi svantaggiati o semplicemente affrontare situazioni “sleali”.

Revoca la visualizzazione dei contenuti di GameStar. Leggi di più sulla nostra politica sulla privacy.

4. Parole chiare sul DLC

Una grande incognita per Back 4 Blood è il DLC in arrivo. Perché esiste un pass stagionale che dovrebbe portare nuovi contenuti almeno per il primo anno. Queste sono nuove missioni, ma anche nuovi zombi speciali con nuove proprietà e abilità.

Particolarmente discutibile: ancora adesso non si sa ancora quale contenuto sarà inizialmente incluso in Back 4 Blood.

In un trailer precedente, sono state introdotte le varianti di zombi “Breaker” (un combattente corpo a corpo veloce e forte) e “Hag” (un enorme zombi che mangia i sopravvissuti ovunque). Questo è il contenuto che è stato mostrato in un trailer a maggio, ma deve ancora essere scoperto nel gioco. Il trailer corrispondente può essere visto su YouTube, puoi vedere gli zombi speciali dal minuto 2:18.

La domanda qui è se questo contenuto sarà disponibile nella versione di rilascio o è contenuto che arriverà solo con i DLC? Se è così, potrebbe anche essere un’indicazione che il contenuto “finito” è stato tagliato dalla versione iniziale, qualcosa di cui Evolve (sempre di Turtlerock Studios) era stato spesso accusato.

Leggi  CS:GO Pro ha messaggi di odio contro le minoranze sul coltello

Ci sono ancora troppi punti sconosciuti sul contenuto e sul DLC. Qui è urgentemente necessaria maggiore chiarezza.

Puoi trovare maggiori informazioni su Back 4 Blood qui su DLPrivateServer:

  • Back 4 Blood sarà il mio gioco cooperativo dell’anno
  • 10 consigli per i neofiti di Back 4 Blood
  • Back 4 Blood rende gli zombi meno razzisti dopo le lamentele

5. Risolto il problema con la modalità PvP

L’ultimo punto è anche uno dei più importanti, ma anche il meno realistico: il PvP. La modalità PvP sciame era già estremamente impopolare nella beta e ha deluso molti fan di Left 4 Dead che volevano una modalità simile contro campagna. Abbiamo anche aspramente criticato la modalità.

In Left 4 Dead, era al centro del gioco e amato da molti. A molti non piace il fatto che questa modalità non esista nemmeno in Back 4 Blood e che tutto si riduca a “Difendi il punto finché non vieni invaso”.

Inoltre, la modalità sciame soffre molto. Il lungo tempo di preparazione è estremamente noioso, i giochi sono troppo brevi e raramente c’è una vera azione. I giochi vengono generalmente decisi dopo 2-3 minuti.

Se Back 4 Blood può risolvere questi punti, nulla ostacola un buon lancio.

Cosa ne pensi, quali aspetti di Back 4 Blood devono ancora essere migliorati?

Torna su