Lo streamer di Twitch raccoglie donazioni per una buona causa, tiene i soldi per sé

Da anni uno streamer francese di Twitch finge di raccogliere fondi per combattere la sclerosi multipla. Ma si è rivelata una frode. Ha tenuto i soldi. È uscito alla fine del 2019: le conseguenze per lo streamer sono dure.

Di chi si tratta? Lo streamer francese ANIS13K è su Twitch e uno streamer di medie dimensioni lì dal 2014. Ha circa 80.000 follower.

Era in onda per 2.700 ore l’anno scorso. ANIS13K era disponibile in tutti i tipi di giochi. Questi sono i numeri di uno streamer a tempo pieno che “macina” Twitch: streamer tedeschi grandi e di successo come MontanaBlack o Gronkh hanno trasmesso in streaming solo circa 900 ore su Twitch nel 2019.

Tali streamer di animazione sono rari: tuttavia, i “Grinders” sono attivi su Twitch il più spesso possibile.

In media, tra le 200 e le 340 persone hanno guardato lo streamer francese.

Lo streamer ha trascorso 176 ore a Bloodborne. Una media di 200 persone l’hanno visto.

Di cosa è accusato lo streamer? Un account Twitter francese, “Reveal Truth”, ha accusato lo streamer di aver tradito la sua community per più di 4 anni, poco prima della fine dell’anno. Il “flusso di beneficenza”, che avrebbe dovuto servire una buona causa, non era altro che una mascherata di frode.

L’organizzazione senza scopo di lucro “Associazione francese della sclerosi multipla” (AFSEP) non ha ricevuto denaro. AFSEP non ha mai visto donazioni comprese tra € 1.400 e € 5.000.

Anche lo streamer di Twitch voleva “squadra pazza”

Ecco come ha reagito lo streamer: ANIS13k è andato in onda il 2 gennaio. Il titolo della trasmissione era “Fin”, la fine. La serpentina sembrava sconvolta e disperata. Ha pianto in alcuni punti. ANIS13k è stato osservato per circa 20 minuti.

Come riporta Dexerto, ha ammesso in streaming di aver preso la decisione sbagliata.

Si dice che sia stato catturato in un circolo vizioso e doveva dei soldi alla gente. L’emittente ha quindi dovuto prendere in prestito denaro per saldare questo debito. Ciò è continuato. Avevo visto altri streamer andare avanti su Twitch e acquistare attrezzatura pazzesca. Quindi lo voleva anche per sé.

Ogni volta che lo faceva, sapeva che era sbagliato, ma lo faceva comunque.

Lo streamer si scusa, annuncia il ritiro da Twitch

È così che: L’emittente si scusa per il suo comportamento e spera di non aver gettato una cattiva luce sulle emittenti francesi.

Dice di essere in contatto diretto con l’organizzazione no profit per trovare un modo per inviare loro il denaro che era destinato a loro. Lo streamer annuncia di non voler più trasmettere in streaming su Twitch.

Su un server Discord, un utente ha affermato di aver donato a uno degli stream di beneficenza e che ora avrebbe intentato una causa. È in contatto con l’associazione senza scopo di lucro, volevano unirsi alla causa.

In contrasto con questo triste esempio di streaming di beneficenza su Twitch, il flusso di beneficenza tedesco “Friendly Fire” è considerato esemplare. Alcuni dei più grandi streamer tedeschi di Twitch si riuniscono qui ogni anno e raccolgono fondi per vari enti di beneficenza. Friendly Fire 5 ha raccolto oltre un milione di euro nel 2019.

Leggi  Le stelle di Fortnite passano a Fuga da Tarkov, hanno problemi

Torna su