LoL-League scatena un incubo di pubbliche relazioni, deve recuperare tutto dopo 14 ore

Ieri c’è stata una violenta tempesta di merda in League of Legends. La lega professionistica europea LEC ha annunciato un accordo con un controverso progetto di “megacity” dell’Arabia Saudita. Ciò ha causato un enorme contraccolpo. Gli stessi dipendenti hanno protestato. 14 ore dopo l’annuncio della partnership, era finita.

Questo era l’annuncio: La lega europea LEC ha annunciato ieri pomeriggio di aver trovato un nuovo main partner per l’estate con “NEOM”.

NEOM è una “nuova comunità che sarà casa e lavoro per milioni di persone in tutto il mondo che vogliono partecipare alla costruzione di un nuovo modello per vivere e lavorare nella fiorente Arabia Saudita”, ha affermato in un comunicato stampa della Florida.

NEOM dovrebbe includere paesi, città, porti e zone economiche, nonché centri di ricerca, sport e opportunità di intrattenimento. NEOM chiederà anche a tanti turisti.

A tal fine, NEOM dovrebbe diventare un importante hub per gli eSport. NEOM sta diventando un partner nel rendere sostenibile il LEC.

. @NEOM si unisce a #LEC come partner principale per l’estate:https://t.co/BW1KBNnApa pic.twitter.com/3iMyvhVWxG

— LEC (@LEC) 29 luglio 2020

“Mega City” violerebbe i diritti umani

Perché le persone si sono arrabbiate? Il progetto di costruire una “megacittà” in Arabia Saudita è visto in modo critico dai media occidentali. Il Guardian scrive (tramite theguardian):

  • Il progetto è il “figlio spirituale” del principe ereditario Mohammed bin Salam, che è spietato nell’attuazione del progetto.
  • Sarebbe all’incirca delle dimensioni del Belgio e costerebbe circa $ 500 miliardi.
  • Il terreno su cui sarà edificato ospita una tribù: almeno 20.000 tribù verranno ricollocate.
  • Il Guardian cita un attivista della tribù dicendo che “Neom è costruito con il nostro sangue e le nostre ossa”
  • Si dice che le uccisioni siano già avvenute e siano state insabbiate per portare avanti il ​​progetto e contenere la resistenza.
  • Il Guardian cita un portavoce delle Nazioni Unite che gli edifici storici sono stati distrutti
  • L’Arabia Saudita è accusata di violazione dei diritti umani
Leggi  Non guadagno abbastanza soldi per giocare a Hearthstone

Tutto ciò ha creato uno stato d’animo negativo, che si è subito aperto la strada in risposta al progetto. I dipendenti ei volti della LEC sono stati i pionieri della protesta.

I lanciatori della LEC dicono: “Sono molto deluso”

Quella era la tempesta di merda: Alcuni dei più grandi giocatori di LoL si sono espressi contro l’accordo in tempi relativamente brevi. Ad esempio, la star americana Doublelift ha scritto “HYPE Violation of Human Rights”.

I lanciatori della LEC hanno criticato i social media. Travis “Quickshot” Henry, ad esempio, ha riferito all’articolo del Guardian che il progetto da un miliardo di dollari è stato “costruito nel sangue”.

– Trevor Henry (@Quickshot) 29 luglio 2020Quickshot è un commento sugli eSport per Riot Games.

In caso contrario, molti lanciatori hanno criticato l’accordo. Sono rimasti delusi dalla LEC. Non sono stati ascoltati, si sono sentiti messi a tacere.

L’argomento è saltato subito fuori su reddit (via reddit): si è messo in gioco che dietro a questa decisione c’era il colosso cinese Tencent.

C’era la sensazione generale che il campionato fosse esaurito lì.

Questo è deludente perché questo è il LEC. È la mia squadra, il mio prodotto, i miei manager, il mio ufficio.

La mia famiglia. Casa mia.

Questo non è qualcuno lontano al quartier generale che non conosco. Questo è devastante perché so chi ha fatto queste scelte e mi sento messo a tacere.

— Froskurinn (@Froskurinn) 29 luglio 2020 Froskurin è uno dei volti della LEC.

Anche coloro che non avevano mai sentito parlare di NEOM prima potevano farsi un’idea della situazione rapidamente sulla base di rapporti come quello dei Guardiani e poi pesare: erano contrari. (via twitter).

Leggi  7 consigli da EVE Echoes Vorrei sapere prima

Ovviamente erano un sacco di soldi

L’esperto del settore Rod Breslau ha affermato che i dipendenti erano stati informati della partnership solo poco prima e che c’era stata una significativa resistenza interna. Riot Games voleva farlo comunque.

Wroclaw ha poi citato il CEO di un’altra società, che ha anche annunciato una partnership con NEOM. Per loro è stato un affare “record”. Wroclaw suggerisce che ingenti somme fluirebbero anche dall’Arabia Saudita per i Giochi antisommossa.

Il CEO di BLAST, che ieri ha anche annunciato una sponsorizzazione di NEOM per “aiutare a sviluppare il NEOM dell’Arabia Saudita come hub di eSport”, ha riassunto abbastanza bene come loro e Riot si sentono al riguardo.

“Questo è un contratto discografico (per noi)” Sono sicuro che sia pic.twitter.com/IW5VBSwpmI

— Rod Wrocław (@Slasher) 29 luglio 2020

LEC chiude l’affare dopo 14 ore di tempesta

Questa la reazione del LEC: Appena 14 ore dopo aver annunciato l’accordo, è volato via di nuovo (tramite Twitter).

In una dichiarazione, Alberto Guerrero, direttore degli eSport per la regione EMEA, ha affermato che “è stato troppo veloce per consolidare l’associazione e che ha causato una spaccatura nella comunità che volevi far crescere”. “

Il moderatore Sjokz. Ha anche detto che era terribilmente delusa.

Ecco dietro questo: al momento, alcune città vogliono diventare il "centro mondiale di eSport". Lo sport elettronico è considerato a "affari futuri"con il quale guadagnerai molti soldi in pochi anni se migliaia di persone si recheranno in pellegrinaggio ai Mondiali di LoL e poi lasceranno i loro soldi lì nella capitale del "sport elettronico". Dovresti passare la notte negli hotel, mangiare e bere costosi e magari anche fare shopping. Diverse città in tutto il mondo sognano di diventare "la nuova Las Vegas degli eSport".

Leggi  Witcher 3: Guida alla missione della torre dei topi

Ecco perché anche gli sport elettronici sono un pilastro del nuovo "mega" Città dell’Arabia Saudita. Ciò si adatterebbe tematicamente.

Ma l’accordo tra LEC e NEOM è stato visto dalla critica come qualcosa su cui la LEC è stata venduta e un partner con cui lo staff e la community di Riot Games non erano affatto d’accordo.

Apparentemente Riot Games ha sottovalutato il fatto che i propri dipendenti avrebbero reso l’argomento così rumoroso. Questi includono il "volti della LEC", lanciatori e commentatori, alcuni dei quali hanno grandi account sui social media. Aveva una forza che ovviamente non si vedeva in Riot Games.

” image=”” post-extra-info=””/>

Torna su